SkunkWorks Labs

Skunk Works è la denominazione ufficiale della divisione della Lockheed Martin dedicata ai velivoli sperimentali. La Skunk Works è la creatrice e sviluppatrice di molti progetti di velivoli di grande popolarità, tra i quali l’aero-spia U-2, l’SR-71 Blackbird (il mio preferito), il caccia stealth F-117 Nighthawk, e l’ultimo caccia F-22 Raptor. Il termine “Skunk works” o “skunkworks” è diventato comunemente utilizzato in economia, ingegneria, ed in campo tecnico per descrivere un gruppo all’interno di una organizzazione che gode di un elevato grado di autonomia e di libera circolazione da parte della burocrazia, con il compito di lavorare su progetti avanzati o segreti.

Quale migliore nome quindi per il mio nuovo laboratorio personale dedicato alla virtualizzazione?

Questo laboratorio è installato e operato unicamente da me. Da questo laboratorio “nascono” la maggior parte dei miei articoli, frutto di prove, errori, reinstallazioni, “giochi” con le varie tecnologie su cui ho la possibilità di lavorare.

Di tanto in tanto, alcuni produttori mi danno la possibilità di provare alcuni loro prodotti hardware o software, che vengono quindi temporaneamente aggiunti al laboratorio. Quello che trovate qui descritto invece è la parte di mia proprietà, e perciò permanente. Questa pagina verrà aggiornata con i nuovi componenti che andrò ad aggiungere o con i quali sostituirò quelli esistenti. In calce a questa pagina quindi troverete un changelog dove registrerò questi cambiamenti.

Panoramica

Come già raccontato in passato, possedere un laboratorio quanto più simile a un ambiente produttivo è il massimo che si possa avere, per tutta una serie di ragioni.

Server

Possiedo e utilizzo 3 server:

 

ESXi01
1 * Intel Xeon E5-2603 @ 1.80GHz (4 cores, sandybridge generation)
64 GB RAM

ESXi02
1 * Intel Xeon E5-2603 @ 1.80GHz (4 cores, sandybridge generation)
64 GB RAM

ESXi03
2 * Intel Xeon X5650 @ 2.67 Ghz (12 cores, westmere generation)
96 GB RAM

Grazie a questi server posso utilizzare l’EVC mode Westmere nel mio vSphere cluster, e questo vuol dire avere disponibili le librerie VT-d e soprattutto Intel® VT-x con Extended Page Tables (EPT). Quindi, posso creare tutta una serie di ambienti nested, come server ESXi virtualizzati o altri hypervisor.

Networking

HP V1910-24

Il mio switch principale è un HP V1910. Possiede 24 porte gigabit e 4 cnnessioni SPF. La mia infrastruttura ha differenti VLAN, e alcune di esse devono poter parlare tra loro.; questo switch supporta nativamente il routing tra VLAN, quindi lo utilizzo per interconnetterle. Per la connessione remota, utilizzo OpenVPN su un firewall pfSense; in questo modo posso raggiungere tutte le reti necessarie.

Storage

Possiedo due differenti sistemi storage nel mio laboratorio.

Lo storage primario è un NetApp FAS2020, in versione OEM di IBM, ovvero un N3300. Possiede 12 dischi SATA 7200 giri da 500 Gb, e mi permette di avere uno storage complessivo di 4 TB, utilizzando il RAID-DP di NetApp.

IBM NetApp N3300

Possedeva due controller iscsi, ma per poter sfruttare tutti i 12 dischi presenti e massimizzare lo spazio disponibile, ho rimosso uno dei due controller. Questo controller possiede due connessioni iscsi 1Gb, tramite i quali pubblico diverse LUN verso i server ESXi.

Un secondo storage è composto da tre HP StoreVirtual VSA, una su ogni server. Lo spazio disponibile è circa 400 Gb per server, creato utilizzando sia dischi magnetici che SSD. Lo storage totale disponibile è di circa 600 Gb.

Infine, ho due schede Fusion-IO Gen1 da 320 Gb, installate sui server 02 e 03. Sono formattate come datastore VMFS locali, e vengono utilizzate quando devo condurre dei test in cui lo storage non deve essere il collo di bottiglia.

  • Massimiliano Urtis

    Buongiorno, complimenti per il blog e grazie per le interessanti info pubblicate.
    Se hai un pò di tempo da dedicarmi vorrei chiederti un aiuto.
    Sono in possesso di un HP DL360G5 con 1 proc E5420, 10GB RAM, 1 HD SAS 146GB, ctrl P400 512MB BBWC.
    L’ho utilizzato per fare delle prove con hv ESXi 5.1 e vm Win 8 e Win Server 2012, ma vorrei mettere su un lab che mi permetta di testare VSphere.
    Ho pensato di acquistare 2 host DL360G5 con 2 proc E5450, 16GB RAM senza HD e ctrl e200i; ed utilizzare il server in mio possesso come SAN aggiungendo 3 HD 146GB SAS.
    Spesa circa 700 €.
    Che ne pensi?
    Grazie, Massimiliano

    • Luca Dell’Oca

      Ciao,
      come già saprai i G5 sono poco efficienti dal punto di vista energetico, quindi immagino avrai già fatto i tuoi conti per consumi elettrici e rumore, spero che come me anche tu li abbia in un rack isolato. Per il resto sono macchine buone, il limite principale è che montano CPU di categoria Merom, quindi senza Large Pages. Questo vuol dire che non si possono creare neste VM a 64 bit, e quindi simulare ulteriormente hypervisors…

      Per i prezzi non saprei, io ho recuperato il mio materiale tramite dismissioni di clienti. Anzi se serve ho diversi componenti a casa.

      Luca.

  • Massimiliano Urtis

    Ciao Luca,
    purtroppo i G6 non ce la faccio ad acquistarli, sto mettendo su il lab per rimanere allenato. Ultimamente non sto più seguendo sistemi e faccio un altro lavoro, ma sogno di riprendere.
    Il server l’ho messo in garage e per adesso rimanere accesso solo qualche ora la sera per limitare i consumi.
    Se hai del materiale che non riesci ad utilizzare fammi sapere… 🙂
    Grazie
    Massimiliano

  • Nicolò

    Ciao Luca,
    grazie per quanto condividi e del tempo che dedichi.
    Vorrei anche io creare un laboratorio in casa.
    Potresti suggerirmi un prodotto con processore di tipo Nehalem da te indicato e se si puo’ trovare come server ricondizionato su ebay?
    Vorrei inoltre testare i path FC, come storage esterno cosa potrei cercare di non molto costoso?

    Saluti
    Nicolò

    • Luca Dell’Oca

      Ciao, puoi scegliere di assemblare un whitebox (trovi un mio articolo di qualche mese fa relativo ai componenti che sto usando) oppure cercare su ebay HP Proliant G6 o Dell Generation 10 credo (non sono ferrato su Dell…).
      FC in lab non ne ho mai avuta, quindi non saprei cosa consigliarti, conosco prodotti normali che però sono certamente al di fuori dei budget di un lab personale.Per gli storage quello che ho io ad esempio li supporta, ma se è per test funzionali e non prestazionali, sinceramente basta anche un piccolo storage non nuovissimo che abbia FC.

  • Nicolò

    Ciao Luca,
    gli articoli che trovo qui nel blog sono di anni fa.
    Il laboratorio piu’ recente che hai implementato risulta essere questo.
    potresti mandarmi il link dell’articolo per favore?
    Se non ti impegna molto poi potresti citarmi degli esempi di qualche storage che supporti FC e di switch a scopo di esercitazioni e per affrontare esami di certificazione?
    Ti chiedo questi suggerimenti perché non tutto l’hardware è compatibile con il mondo VMWare, vorrei essere sicuro di fare acquisti senza sorprese di incompatibilità o altro che mi permetta poi di eseguire installazioni senza intoppi.
    E’ a disposizione già la versione di VMware 5.5 e vorrei poter fare test anche per quest’ultima versione fra qualche mese.

    Ti ringrazio
    Nicolò